PONTE DUCA D'AOSTA

Il ponte, che prende il nome da Emanuele Filiberto Duca d'Aosta, eroe della I guerra mondiale, fu costruito nel 1939 per collegare il Foro Mussolini con il quartiere Flaminio, sulla sponda sinistra.
Lungo 222,30 m e largo 21 m, Ŕ costituito da un'unica arcata in cemento armato con una luce di 100 m che conferisce all'opera una linea elegante ed  essenziale, ma nel contempo monumentale .

Sulle facciate dei quattro piloni, alle testate del ponte, sono riprodotte in altorilievo scene di guerra sui fiumi Isonzo, Tagliamento, Sile ed Adige, che esaltano le gesta della 3░ Armata.

 


Il grande obelisco in marmo di Carrara realizzato per abbellire il Foro Mussolini,che si innalsa alla fine del ponte, racconta l'ultima prestazione di rilievo del Tevere come via d'acqua. Per trasportarlo fu infatti costruito uno speciale pontone che, trainato da 4 rimorchiatori, risalý il fiume da Fiumicino fino in prossimitÓ dell'attuale ponte. Dalla riva, fino al luogo di destinazione, il monolite fu trasportato su binari, per poi essere innalzato sulla piazza antistante il ponte.

home