01/06/2010

Anche quest'estate il Foro sarà sede di eventi mondani e di discoteche come l' "AREA" o il"SOFIA" che con il loro afflusso di giovani contribuiranno al degrado dell'opera monumentale. Non si ricorda mai , che il Foro Italico è un fiore all' occhiello per lo Sport Romano , e si continua ad affittarlo al miglior offerente.Come se non bastassero già i danneggiamenti causati dai tifosi domenicali...

Abbiamo scattato alcune foto che illustrano lo stato attuale dei mosaici.

14/10/2008

MOSTRA "FORO ITALICO, VERSO LA CITTA' DELLO SPORT'
La manifestazione, che si terra' dal 16 al 18 ottobre si articolera' in una rassegna di opere, un convegno e una tavola rotonda. E' promossa da Ieraan, Istituto dedicato alla Tutela dell'Ambiente naturale e storico-antropologico, in collaborazione con l'Asi, Alleanza Sportiva Italiana, insieme all'assessorato alla Cultura, Scuola e Sport del XX Municipio del Comune di Roma.
L'iniziativa e' finalizzata alla difesa del Foro Italico, capolavoro di livello mondiale nello sviluppo monumentale ed edilizio della prima meta' del Novecento, e si pone l'obiettivo di rilanciare la sua funzione originaria di motore scientifico-culturale e organizzativo dell'educazione fisica, giovanile e popolare, in Italia.
A conclusione dell'iniziativa si svolgera' la manifestazione sportiva "Uomini di Ferro" che vedra' tra gli ospiti di eccezione il campione olimpionico Oscar Pistorius.

07/10/2008

Foro Italico - la speculazione del nuovo Centrale del Tennis

invito alla lettura l'articolo pubblicato su : http://www.vignaclarablog.it

 Uno scempio in atto. La cultura nazionale ed internazionale si batte per impedirlo (di Sandro Bari)

Questioni di natura architettonica, urbanistica ed ambientale rendono assolutamente inopportuna la realizzazione dell’attuale disegno perché il “nuovo Centrale del Tennis”, del quale i progetti si sono susseguiti senza mai essere stati resi pubblici se non a lavori iniziati, è una struttura impensabile per essere inserita nel contesto architettonico e ambientale del Foro Italico. Ciò è stabilito per legge. CONTINUA...

UNA FOTO:

 IL MILITE DI MARMO CONTINUA A MARCIARE A TESTA ALTA SOPRA LA MARMAGLIA UBRIACA CHE ASSEDIA IL VILLAGGIO "VIP" DEGLI INTERNAZIONALI  DI  TENNIS

 

 

 

 

 

---------------------------

 

 

 

 

Aggiunte nuove foto tratte dal documento "P N F , Gioventù Italiana del Littorio " A. XVIII E.F. e alcuni fotogrammi del libro "Splendida e Tragica Giovinezza" di Tony Zagato. Il primo documento è un volume originale dell' epoca che attraverso numerose foto , descrive la GIL ; il secondo libro  invece è un raro pezzo parla dell'accademia Littoria del Foro Mussolini , regalato a mio nonno , ex allievo , durante uno degli ultimi raduni della "Littoria". Tutte le foto sono inedite ed uniche nel web.

A.P.

-------------------

ORMAI FRA I VANDALI CHE SCIVONO CON LE BOMBOLETTE SUI MARMI ,CHI ROMPE I MOSAICI , CHI CERCA DI COPRIRE DI PUBLICITA' IL FORO MUSSOLINI ,DICENDO DI RESTAURALO ,C'E' BEN POCA DIFFERENZA! 

 Questa è la simpatica maglietta in vendita sul sito www.ferlandia.com

I restauri sono solo un pretesto per poter affiggere pubblicità. Sono un oscuramento che è un vero e proprio abuso

 Trascrivo ,qui di seguito ,una parte di una interessante discussione che cita un mio articoletto sul restauro dell'Obelisco del foro Mussolini scritto qualche mese fa:

(...) "Io passo ogni mattina per andare a lavorare davanti all’obelisco di S.Giovanni che sta lì dall’estate del 2005, quando hanno montato i ponteggi, e non ho mai visto un operaio. Per scrupolo ho chiesto ai negozianti che stanno lì di fronte e hanno confermato l’inghippo.
Dunque il Comune di Roma si è comperata la Zetema, azienda internazionale e multinazionale con sede a Matera, di dubbia trasparenza che si occupa di tutto e di niente. Ad essa affida tutto: dalle mostre del cinema, alle notti bianche, al restauro dei monumenti. Poichè hanno operai stipendiati se incartano un monumento e lo scartano non gli costa un soldo di più, per cui la pubblicità appiccicata sopra, che remunera dai 25 ai 50000 € al mese se la beccano senza colpo ferire. (...) clicca qui per leggere la versione integrale

tratto da www.unaviaxoriana.it

Ecco lo stato del Foro !!!

Roma 10/11/2007

Il "Parco Monumentale del Foro Italico" ormai più che parco monumentale è un campo di battaglia dove writers di notte , e skaters di giorno danneggiano il marmo con vernice spray e con la parte metallica delle tavole a rotelle. Nessuno fa nulla per questo complesso sportivo fiore all'occhiello dello sport romano.(...)

Cliccate qui per vedere altre foto dello stato attuale del Foro  .

 Blocco marmoreo ''Fondazione di Littoria

-------------------------------------

Chiarezza sul restauro dell'Obelisco del Foro Italico !

Da parecchio tempo tutti i romani che passano sul ponte Duca d'Aosta si saranno accorti dei ponteggi che da mesi nascondono il monolite ,simbolo del Foro ''Italico''. Molti avranno pensato a un restauro ,  io invece sono stato scettico sin dal primo istante. Oggi sulla  posta elettronica ho trovato un messaggio inviatomi dall' ufficio stampa del consigliere comunale e vicepresidente della Commissione Sport Alessandro Cochi : leggendo l'allegato ho avuto la conferma  di non essere l'unico ad aver pensato che questo '' restauro '' deturpare  l'obelisco ,con la cancellazione delle scritte.

All' esterno dell' area di cantiere  non compare , contrariamente alle attuali disposizioni di legge, il cartello con le note tecniche , come la data di inizio e di consegna dei lavori , e che al contrario di casi simili per il restauro di monumenti storici, come da delibera comunale , dovrebbe essere fedelmente riprodotta , almeno su un lato, l'immagine di come apparirà l'opera una volta  ripulita e riconsegnata alla cittadinanza. Hanno forse qualcosa da nascondere?

27/ 03/07 A.P.

Riporto di seguito il comunicato stampa dell'assessore A.Cochi e una copia dell' interrogazione posta al Sindaco ,alla quale non e' stata data ancora risposta:

COMUNICATO STAMPA

COCHI (AN): Risposte che ancora attendono e sostegno alla campagna sull’ Obelisco del Foro Italico.

“Ho presentato alla fine dello scorso anno un ‘interrogazione (vedi allegato) a cui né il Sindaco né gli Assessori competenti hanno ancora risposto” sentenzia il consigliere comunale Alessandro Cochi, vicepresidente della Commissione Sport. “Rinnovo pertanto la richiesta con la massima urgenza che venga data al più presto una risposta ufficiale, sottoscrivendo in pieno anche la lettera inviata in dai due assessori del XX Municipio Marco Perina e Daniele Clarke, al Presidente del Coni Gianni Petrucci, al Sindaco Walter Veltroni, al Soprintendente per i Beni Comunali, Eugenio La Rocca affinché non siano assolutamente cancellate le scritte sul monolite, con la scusa dei lavori di restauro attualmente in corso, che vorrebbe dire come ben sottolineato dal Direttore Regionale per i Beni Culturali, Luciano Marchetti, cancellare un pezzo di storia del Paese. Un sito importante sotto i diversi profili, storici, sportivi, architettonici e urbanistici quale il Foro Italico non meriterebbe questo affronto che non avrebbe nessuna ragione di essere, anche se di scempi ultimamente ne sono stati fatti diversi (uno su tutti l’Ara Pacis). Massima attenzione e mobilitazione se fosse il caso, sarà data alla cosa” conclude Cochi

 Roma, 27 marzo 2007

Interrogazione pagina 1

Interrogazione pagina 2

 

QUELLE finestre sormontate dai timpani spezzati, il bianco accecante dell’obelisco, il rosso del palazzo H, le statue candide dello Stadio dei Marmi, gli affreschi di Sironi. Chissà quante volte gli sguardi distratti dei romani si sono poggiati sul Foro Italico, sugli inconfondibili palazzi rossi con gli infissi bianchi e su tutto quello che da sempre connota l’ex Foro Mussolini. Di domenica mentre qualcuno cammina insieme alle tifoserie per recarsi all’Olimpico i passi si fanno veloci e sono in molti ad essere inconsapevoli di calpestare un’opera d’arte come i mosaici in bianco e nero del pavimento vicino ai cancelli dello stadio.
Ma il complesso architettonico del Foro è sempre lì che svetta nel panorama capitolino nonostante il degrado e l’incuria, tra gli studenti dell’attuale Iusm (Istituto Universitario Scienze Motorie, ex Isef) che vanno e vengono dalle ore curricolari o dai seminari di danza nella Sala del Caminetto, gli impiegati del Coni o di qualche federazione sportiva che passeggiano per la pausa pranzo tra gli affreschi di Sironi, i nuotatori o gli atleti della pallanuoto che fanno quattro chiacchiere sulle scale della piscina prima dell’allenamento e gli abituali frequentatori notturni del chiosco ambulante sotto l’obelisco per un panino fuoriorario

ideato e creato nel 2001 da piddux84@hotmail.com

 

SPLENDIDA E TRAGICA GIOVINEZZA

MOSAICI

FOTO AL FORO 

 

 

LO STADIO DEI MARMII

 

 

 

 

Il 4 novembre 1932 vennero ufficialmente inaugurati i primi impianti del Foro Mussolini....

"Questi luoghi,per piante palustri,e acque stagnanti, lungamente orridi ,presso le vie per le quali mosse in armi , la gioventù romana, a  incivilire l'Europa , BENITO MUSSOLINI , che la romanità vuole evocata  , non come ricordo , ma ad incitamento ,ed esempio, ordinò  fossero bonificati   , abbelliti , sanati , a magnificamente accogliere lo spirito romano , nelle future legioni dell' ITALIA FASCISTA. OTTOBRE A.XV"